Il vecio vanlife

Vanlife e viaggi: vivere e viaggiare in van.. il nostro stile di vita

Oscuramento dei vetri / Darkening of glass

Ciao a tutti amici, eccomi con un nuovo post , questa volta parlerò dell’ oscuramento dei vetri ,un lavoro semplice da fare, anche se non sembra, ma bisogna avere solo un pò di pazienza per portare a termine il tutto, ma se non ve la sentite ci si può rivolgere sempre hai professionisti e mettere mani al proprio portafoglio , ma volete mettere la soddisfazione di fare voi con le vostre mani?
In commercio ci sono vari tipi di pellicole da applicare sui vetri da quelle più chiare fino ha quelle più scure , per il Vecio ho optato quelle più scure possibili per oscurare i vetri posteriori e quello fra cabina di guida e cassone.
Quale è il vantaggio di avere le pellicole ?
Una è,per avere un pò di privacy, si amici perché se qualcuno vuole vedere dentro farà molta fatica a farlo per riuscirci ed anche li,vedendo poco o niente ci si deve appoggiare con il viso attaccato al vetro , invece al contrario da dentro verso fuori si vede tutto, poi l’ altro motivo: è per dare un bellissimo effetto estetico al mezzo.

IMG_9368

IMG_9370

Bene andiamo alla fase della preparazione :
dopo aver scelto il vostro prodotto ( il costo varia dai 10 hai 30 euro circa ) aprite la confezione, dentro troverete: la pellicola , un taglierino ed una spatolina di plastica, poi procuratevi anche uno straccio pulito ed un spruzzino con acqua e sapone, questi saranno i vostri attrezzi da lavoro.
Aperta la confezione stendete la pellicola su un piano bello dritto , poi prendete la misura esatta del vostro vetro da oscurare e con quella tenete un lasco di 2 cm circa per lato e tagliate la pellicola .
Fatto questa operazione poi bisogna pulire e sgrassare bene il vetro , quando avete finito spruzzate sia sulla pellicola che sul vetro l’acqua e sapone, abbondate pure.
Dopo questa operazione iniziate ad applicare la pellicola sul vetro dal alto verso il basso aiutandovi con la spatolina in modo da applicarla bene, dopo questa operazione quando il tutto è messo bene aspettate un attimo poi con il taglierino togliete l abbondanza della pellicola , vi ricordate che vi avevo detto di farla 2 cm circa in più per lato del vetro?
Bene quando anche questa operazione l avete conclusa, togliete la pellicola dal vetro e appoggiatela sul piano iniziando a togliere il trasparente dalla stessa e man mano che lo fate spruzzateci su l’acqua e sapone, mi raccomando non lesinate in quanto vi servirà poi per correggere gli eventuali errori tipo bolle d’ aria o righe,vi consiglio anche prima di posizionare sul vetro di bagnarvi le vostre dita in modo di non lasciare sporcizia oppure le proprie impronte.
Fatto anche questo, riprendete la pellicola ed applicatela sul vetro bagnato un attimo prima iniziando sempre dal alto verso il basso.
Avendo bagnato bene il tutto la pellicola si muoverà un pò: meglio così,perchè avrete la possibilità di posizionarla bene, poi, con l aiuto della spattolina iniziate a sistemarla ed ha far scivolare fuori tutta l acqua eliminando tutte le bolle d aria e righe, quando avrete finito anche questa procedura il vostro vetro sarà perfettamente oscurato.

IMG_9376

IMG_9369

Bene amici mi auguro di essere stato chiaro, questa è la procedura che ho sempre usato per miei mezzi, quindi auguro anche a voi un buon lavoro.
Un saluto a tutti ed al prossimo post
Max & il Vecio.

  

5 pensieri su “Oscuramento dei vetri / Darkening of glass

  1. Ciao Max.
    Ma a livello codice, modificando un autocarro ad uso ricreativo come stai facendo potresti incorrere in contravvenzioni o altro?
    A livello collaudo faranno problemi?
    Ti chiedo questo perché vorrei fare una cosa analoga su di un Transit.
    Ciao e goditi il tragitto… sempre! 💪

    1. ciao irondado ha perfettamente ragione di quello che dici ,ma ho costruito tutto in modo ammovibile, cmq mi sono iformato in giro si può cambiare uso solo che costa parecchio siamo sui 2500 3000 euri un annetto fà intanto circa.
      speriamo bene dai intanto me lo godo così.
      un saluto max

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.