Scopriamo il Friuli Venezia Giulia: Grado (GO)

      5 commenti su Scopriamo il Friuli Venezia Giulia: Grado (GO)

Ciao a tutti ! Ed eccoci alla prima tappa del nostro tour. Grado, un comune in provincia di Gorizia. Chiamata anche l’isola del sole, è un importante centro turistico e termale ed è una delle più affollate località balneari dell’Adriatico. Sono collegate con Grado l’isola della Schiusa (tramite due ponti) e l’isola di Barbana.

A Grado si parla il dialetto gradese (lingua veneta con influenze friulane). Tra i piatti tipici del luogo troviamo il boreto alla gradese: una piatanza tradizionale composta da rombo e un misto di vari pesci fatti cuocere in acqua.

Su questa città ci sono molte cose da dire. Vediamo di raccontarvi un po’ tutto.

Dunque… Siamo arrivati a Grado lunedì 25 maggio. Ci siamo goduti un po’ il mare ed il sole nei giorni successivi. Abbiamo fatto lunghe passeggiate in spiaggia e in città. Junior lo abbiamo parcheggiato nel parcheggio ‘Sacca dei Moreri’ (Viale Italia n.73, coordinate N.45.679780 – E 13.412960) che in questo momento è gratuito fino al 30 giugno. Dopo di che costerà €4 al giorno. I posti camper sono solo quelli sui lati. Il resto sono posti auto. Di norma questo parcheggio è gratuito dal 15/10 al 16/04 , ma vista la situazione Covid-19 lo lasciano gratuito fino a fine giugno.

Junior
Parcheggio

Per quanto riguarda il camper service potete recarvi all’area sosta adiacente al parcheggio. E’ situata in Via Ponte de legno n. 2 ed è fornita anche di colonnine di corrente. Naturalmente è a pagamento (il prezzo giornaliero non è indicato, ma dovrebbe aggirarsi sui € 16/17 al giorno con corrente elettrica) ma il camper service è consentito gratuitamente.

Area sosta camper vista dalla statale
Fontanella
Scarico nere e grigie
Ingresso/ colonnina pagamento

La nostra visita è iniziata la mattina del 30 maggio. Abbiamo lasciato Junior verso le 9.30 e passeggiando sul lungomare ‘Nazario Sauro’ che costeggia la spiaggia, siamo arrivati in città a piedi. Ci vogliono circa 15 minuti di passeggiata dal parcheggio. Una cammminata piacevolissima, che porta fino a Grado vecchia con una lunghezza di circa 3 km, esposta completamente a sud.

Passeggiata Nazario Sauro

Grado offre un incantevole centro storico, chiuso al traffico, dal fascino lagunare, molto colorato, fatto di tanti vicoli, antiche costruzioni, reperti di epoca romana, viali alberati e piccole piazzette fiorite dai mille profumi. Tra i vicoli si ammirano le antiche casette colorate in pietra con davanzali fioriti e i tanti ristoranti tipici con i loro tavoli posti all’esterno nelle piccole piazze.

Ciclabile/pedonale interna
Giardini lungo la ciclabile/pedonale
Vista della spiaggia dalla ciclabile/pedonale
Vicoli
Vicoli
Vicoli
Vista mare da una piazzetta

Naturalmente non mancano bar, gelaterie e negozi di ogni genere per lo shopping.

Viale con negozi e locali

Nel centro storico è situata la Basilica di San’Eufemia che fu costruita su una chiesa già esistente ( i resti sono all’interno) nel V secolo. Molto bella la facciata principale. Sul lato destro della chiesa si ammira il campanile sormontato da una statua in rame di San Michele Arcangelo. All’interno si può ammirare un bellissimo pavimento a mosaico ed è conservato il Tesoro del Duomo, con le reliquie dei santi patroni della città Ermacora e Fortunato.

Basilica di Sant’Eufemia
Basilica di Sant’Eufemia
Basilica di Sant’Eufemia
Interno basilica

A sinistra della basilica sorge il Battistero, sempre del V secolo. All’ interno è collocata una vasca battesimale di forma esagonale ed ha pavimentazione a mosaico.

Battistero
Interno battistero

Nei pressi dI alcuni punti particolari o storici troviamo dei cartelli con foto che rappresentano quel luogo com’era nel passato. Viene indicato anche il periodo in cui è stata fatta la foto. Vi faccio alcuni esempi per farvi capire meglio:

Degni di nota sono gli scavi che furono effettuati tra il 1902 e il 1904 in piazza della Corte, che portarono alla luce i resti della Basilica della Corte, risalente al IV sec. d.C, costituiti da una grande basilica a tre navate e da un battistero ottagonale. Oggi si possono vedere parti di pavimentazione a mosaico, alcuni sarcofagi e i muri dell’edificio. I resti sono protetti e visibili grazie a delle passerelle in legno vetro e acciaio.

Scavi della Corte
Scavi della Corte
Scavi della Corte

Parliamo di spiagge e strutture ricettive. Qui potete trovare diversi alberghi situati sia fronte mare che all’interno della cittadina, nonché residence e campeggi per ogni tasca. Sulle spiagge stanno preparando le postazioni secondo le direttive Covid-19, con ombrelloni ben distanziati. Trovate anche due bagni con recinti per chi ha cani e parchi giochi per bimbi ( che però in questo momento sono chiusi con transenne). Sono state posizionate anche le torrette di avvistamento.

Ed ora passiamo alla splendida laguna. Situata nell’alto Adriatico si estende per circa 90 km quadri. Si può arrivare alla laguna tramite una comodissima e bellissima pista ciclabile che arriva fino a Salisburgo e collega Grado con la riserva naturale del Caneo. Molto caratteristici sono i casoni. Sono delle costruzioni con tetto in paglia che in passato venivano usati dai pescatori. La laguna è ricca di vegetazione (olmi, pioppi, ginepri e pini) e fauna (gabbiani, aironi, rondini ecc).

Cartelli pista ciclabile
Pista ciclabile
Laguna
Laguna

Sull’isola di Barbana, abitata da una comunità di frati francescani, spicca il Santuario Mariano, meta ogni anno di pellegrinaggio. Sull’isola si arriva tramite delle barche. Non siamo riusciti ad andarci, quindi non abbiamo foto. Lasciamo a voi il piacere di scoprirla.

Insomma.. che dirvi ancora. Grado è proprio una bella cittadina. Colorata e profumata. Ha tutto quello che serve per passare vacanze o anche solo un weekend, soprattutto per le famiglie con bambini grazie alla bassa marea. Ci sarebbe ancora molto da dire su questa cittadina come per esempio che è località termale. Infatti qui si trovano alcune strutture per terapie termali e sabbiature.

Come sempre seguirà il video con altri dettagli su Grado sul nostro canale YouTube. Seguiteci anche su Facebook e Instagram! Vi diamo appuntamento alla prossima tappa… Muggia (TS)…non mancate! Un abbraccio.

Lucy & Max

5 thoughts on “Scopriamo il Friuli Venezia Giulia: Grado (GO)

  1. Riccardo

    Noi siamo stati al camping Pineta Belvedere, sulla strada che da Aquileia (da visitare! ) porta al ponte che attraversa la laguna e va a Grado.. Al mattino, con lo scooter, andavamo in città, sulle mura che affacciano sul mare aperto e facevamo lungi bagni ristoratori. C’è una bella biblioteca pubblica, dove ho comprato alcuni libri usati a metà prezzo ed ho regalato quelli che avevo nel camper da anni. Purtroppo il museo del mare era chiuso. Abbiamo conosciuto alcune persone del luogo (inizialmente un po’ schive, ma poi si sciolgono) e fatto lunghe chiacchierate stando in ammollo. I Friulani si sono rivelati estremamente cortesi. Ci siamo trovati benissimo….

    Reply

Rispondi a max Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *