Pizzighettone (CR): La città murata

Ciao muli! Con questo articolo vi vogliamo parlare di una cittadina che abbiamo scoperto per puro caso e che ci ha sorpreso.

Avevamo bisogno di fare camper service e cercando sull’app Park4night abbiamo trovato una piccola area sosta per camper con carico/scarico a Pizzighettone. Il nome oltretutto ci ha incuriosito perchè molto simpatico e guardando su Google scopriamo che è una città murata ricca di arte e storia!

L’area sosta è piccolina, su sterrato, e circondata da una siepe. Diciamo che ci potrebbero stare 3 camper piccoli ma è fornita appunto di scarico grigie, nere e acqua. Indirizzo: Via Alcide De Gasperi, 1.

L’ indomani al nostro arrivo, quindi, ci siamo armati di telecamera e siamo andati alla scoperta della cittadina. Pizzighettone è in provincia di Cremona, nella Val Padana. E’ una città murata divisa in due dal fiume Adda. Ed infatti le due parti sono ‘unite’ da un ponte lungo 126,40mt.

Andando verso il centro incontriamo le porte della città: la Porta Cremona Nuova e la Porta Cremona Vecchia.

Poi arriviamo alla Chiesa di S. Bassiano che risale al XII secolo e che in questo momento è in fase di restauro. Molto bello l’interno. Non abbiamo fatto foto / video in quanto il parroco ci ha detto che ci vogliono delle autorizzazioni.

Di fronte alla chiesa troviamo il Palazzo Comunale costruito nel XV secolo.

Continuando la passeggiata si incontrano le prigioni che risalgono al 1700. Bellissime e, da quanto si vede, in ottimo stato di conservazione. Abbiamo visto che è possibile fare una breve visita guidata all’interno delle prigioni ma solo il sabato e la domenica nel pomeriggio.

Molto bella la Torre del Guado, avanzo di un castello dove oggi sono conservati alcuni reperti storici ed è dimora di uffici. E’ situata a fianco del fiume a ridosso del ponte.

Poi passando il fiume troviamo una splendida chiesa: la Chiesa di San Pietro, con delle facciate esterne meravigliose e particolari. Mai vista una cosa simile! Non abbiamo potuto entrare in quanto viene aperta al pubblico solo in alcuni giorni ed orari.

Insomma, siamo rimasti piacevolmente sorpresi da questa cittadina. Non ce lo aspettavamo, anche perchè non l’avevamo mai sentita nominare. Ringraziamo Pizzighettone per la sua arte, la sua storia e la sua area sosta.

E grazie a voi che ci seguite! Vi ricordiamo che potete trovarci su Facebook e Instagram.

Come sempre seguirà il video su questa bella cittadina sul nostro canale YouTube.

Alla prossima destinazione muli!

Un ‘mini’ borgo medievale: Borgo di Rivalta

Ciao muli! Dopo la visita a Castell’Arquato, abbiamo fatto pochi chilometri e siamo arrivati a Rivalta Trebbia in provincia di Piacenza dove c’è un piccolo borgo medievale, anzi… piccolissimo! Infatti in 5 minuti lo abbiamo girato!

Abbiamo parcheggiato Junior proprio nel parcheggio sterrato che c’è di fronte al borgo.

Il borgo di Rivalta è praticamente un complesso fortificato composto da abitazioni, botteghe, il Castello di Rivalta e la chiesa di San Martino ed è circondato da un parco di alberi secolari. Il castello è aperto tutto l’anno.

Insomma, come già detto, in 5 minuti lo si gira. Molto bello il fatto che anche qui gli edifici storici sono ben conservati (anche se sono stati restaurati). Se passate da quelle parti vi consigliamo una “capatina”.

Come sempre seguirà il video sul nostro canale YouTube. In questo caso un ‘mini’ video.

Ci trovate anche su Instagram e Facebook. Vi ringraziamo per il vostro seguito e.. alla prossima destinazione. Ciao muli!

Castell’Arquato: Un altro borgo medievale!

Ciao muli! Oggi 16 febbraio 2020 ci troviamo a Castell’Arquato in prov di Piacenza, un borgo medioevale arroccato tra le colline della val d’Arda. Ha titolo di “città d’arte” e fa parte dei “Borghi più belli d’Italia”.

Siamo arrivati qui ieri pomeriggio e abbiamo sistemato Junior nel parcheggio del cimitero dove abbiamo trovato altri 7/8 camper. Abbiamo passato una notte molto tranquilla. Il parcheggio non offre camper service ma ha i bidoni dei rifiuti con la differenziata e servizi igienici ben curati (cosi dice Max che ci è entrato). C’è anche una fontanella ma era chiusa. Forse la aprono in primavera/estate. Indirizzo: Vicolo degli Spalti, 10.

Parcheggio

Parcheggi

Telecamera alla mano e via! Alla scoperta di questo borgo. Qui è situata la Rocca Viscontea, che è un castello medievale all’interno del quale vi è il Museo di vita medievale. In piazza troviamo la Collegiata di Santa Maria, che è una chiesa cattolica. Siamo entrati nella chiesa ed è davvero molto bella.

Proseguendo la visita troviamo il Palazzo del Duca, il Palazzo del podestà e il museo Geologico.

RoccaViscontea

Palazzo Ducale

Collegiata di Santa Maria

Piazza centrale

Il borgo non è grandissimo ma regala scorci suggestivi sulle colline piacentine e un’atmosfera magica di arte, cultura e storia. Da vedere assolutamente!

Troverete il video sul nostro canale YouTube tra un paio di settimane. Ci trovate anche su Facebook e InstagramVi ringraziamo sin da ora per la visione. Un abbraccio muli. Alla prossima destinazione!

Un borgo medioevale: Vigoleno (PC)

Ciao a tutti! Ed eccoci a Vigoleno in provincia di Piacenza. Scoperto per caso mentre eravamo in viaggio. Inizialmente la destinazione era un’altra, ma guardando su internet la prov. di Piacenza, abbiamo scovato questo posto. Tramite l’applicazione Park4night abbiamo trovato parcheggio per Junior proprio a 100m dal castello e dalla quale si gode una bellissima vista. Indirizzo: Frazione Vigoleno, 5.

Vigoleno è un piccolo borgo medioevale che fa parte dei borghi più belli d’Italia, in mezzo alle colline piacentine a 350 m s.l.m.

Qui sorge il castello di Vigoleno che risale al X secolo e che domina le colline sottostanti. Praticamente intatto in tutte le sue parti è circondato dalle mura percorribili in tutta la loro lunghezza. Al centro del borgo c’è una piazza dove troviamo la parte residenziale e la chiesa Pieve di San Giorgio.

In piazza ci sono un bar/osteria, una trattoria e un negozio di prodotti tipici. Abbiamo bevuto un buon caffè al bar e abbiamo notato che l’interno del locale è praticamente allo stato originale. Bellissimo!

Poi mentre camminavamo ci ha fermato il titolare del negozio di prodotti tipici per farci assaggiare una fetta di salame di culatello. Buonissimo! Non potevamo non comprarne uno!

Il borgo è piccolino ma vale proprio la pena di essere visitato. Camminando si sente profumo di storia e tradizione. Seguirà il video sul nostro canale YouTube. Ci trovate anche su Instagram e Facebook, come sempre. Grazie a tutti per il vostro seguito. All prossima destinazione!

Quanto abbiamo speso due mesi in Spagna ?

Il 20 novembre 2019 siamo partiti da Torino in direzione Spagna. Siamo stati lì per 62 giorni, ripercorrendo i nostri passi il 20 gennaio 2020. Abbiamo percorso 5956 chilometri arrivando fino a Tarifa, la città più a sud d’Europa e della Spagna e le spese non sono mancate.

Vi facciamo un resoconto, suddividendo le nostre uscite nelle principali voci: gasolio, autostrada, viveri, aree sosta/campeggi, camper service, lavanderia, ristoranti, bar, abbigliamento, trasporti e spese varie.

Partiamo dal gasolio, la spesa più importante di tutto il viaggio. In due mesi abbiamo speso € 864,74. I costi in autostrada li abbiamo sostenuti unicamente in Italia e ammontano a € 26, due tratti di tangenziale da Torino fino in Francia all’andata e al ritorno il tratto Torino-Milano. In Francia abbiamo percorso solo strade statali, mentre in Spagna abbiamo utilizzato l’Autovìa che è al pari di un’autostrada, ma gratuita.

Per i viveri abbiamo speso un totale di € 695,10. In Spagna i prezzi sono nettamente più bassi rispetto ai nostri Discount. Per esempio l’olio extravergine d’oliva in un discount italiano costa € 3,99/l mentre in Spagna, al Mercadona, viene a costare € 3,19/l. Ci siamo serviti di due aree sosta per visitare le città di Siviglia e Barcellona, per una questione di sicurezza del camper, e abbiamo speso in totale € 46. Per Siviglia € 26, mentre per Barcellona € 20.

Frequentiamo la lavanderia una volta alla settimana e abbiamo speso € 142,50. Il prezzo più basso incontrato è stato quello di una lavanderia di Rota, dove abbiamo speso solo € 9 tra lavatrice e asciugatrice. Per quanto riguarda i ristoranti e fast food, abbiamo speso € 296,44.

Il pranzo più costoso è stato quello al ristorante “Amici miei”, vincitore del programma televisivo Little Big Italy, che eravamo curiosi di provare.

Colazioni e aperitivi ci sono costati € 100,80. Il caffè espresso in media costa € 1,10.

Per la maggior parte abbiamo trovato Camper service gratuiti, solo a Tarifa il carico e scarico costa € 3, quindi in totale abbiamo speso € 9.

Vista la differenza di clima tra l’Italia e la Spagna abbiamo acquistato un giubbotto e souvenir presi all’Hard Rock Cafè di Siviglia, per un totale di € 81,19.

Per ulteriori dettagli vi invitiamo a vedere il video sul nostro canale YouTube.

  • Gasolio: da 1,06 a 1,27 (massimo)
  • Gasolio Francia (allineato coi prezzi dell’Italia): 864,74 euro.
  • Autostrada: Italia > Tangenziali a Torino e poi da Torino a Milano 26,00 euro. Francia, tutta statale. Spagna, Autovia gratuita.
  • Spesa (viveri etc.) 2 mesi: 695,10.
  • Aree sosta/campeggio: 46 euro, 26 a Siviglia e 20 a Barcellona. Tutto il resto in sosta libera.
  • Lavanderia: 142,50 euro. A Rota abbiamo speso 9 euro, quella più economica.
  • Ristoranti/Fast food: 269,44 euro.
  • Bar: 100,80 euro.
  • Camper service: qualcuno gratuito, a Tarifa 3 euro. In totale: 9 euro.
  • Abbigliamento: 81,19 euro.
  • Servizi di trasporto: 26,80 euro.
  • Spese varie (ricambi per camper, catene etc.) 121,99 euro.

TOTALE: 2383,56 euro

Ci trovate anche su Facebook e InstagramCiao a tutti muli e al prossimo articolo!

Problemi con il frigo

Ciao a tutti muli! Un problema che non avevo nel Vecio era il frigo, in quanto non lo ritenevo un accessorio utile per me. Ogni giorno vado a fare la spesa sia per evitare sprechi che per soddisfare la mie voglie giorno per giorno, senza considerare che facendo così si risparmiano un po’ di soldi.

Da qualche settimana quello di Junior ha deciso di non funzionare in modalità a gas e per me, come dicevo prima, potrebbe restare cosi cioè spento, ma visto che c’è ed è giusto che funzioni, oggi pomeriggio la mia curiosità mi ha spinto a mettere mano tra cavetti e tubi per capire il problema.

Con grande pazienza mi sono messo a smontare pezzo per pezzo; sempre in posti scomodi fanno le cose! Fortunatamente sono riuscito a capire qual è il problema. Un motorino non faceva aprire il meccanismo di aperture e chiusura della valvola per il passaggio del gas.

Ora che ho capito il problema cercheremo di capire cosa fare per risolverlo e se il gioco vale la candela vista l’età del frigo.

Un saluto a tutti muli e a presto con un nuovo articolo!

P.S. Mi trovate su Facebook, Instagram e YouTube. E potete acquistare le mie Cover e T-shirt sul mio shop Teeser.

Seguici nelle nostre pillole sul nostro canale YouTube

Ciao a tutti! E’ da una decina di giorni che sul nostro canale YouTube postiamo giornalmente delle pillole di vita in camper,. Vi raccontiamo la nostra vita in modo ironico sperando di strapparvi un sorriso.

Vi auguro una piacevole visione e come sempre sarò presente con i video dei luoghi che visitiamo.

Alla prossima destinazione!!!

https://www.youtube.com/watch?v=7O8Ot50fOfk

Il Vecio non esiste più!

Ciao a tutti! Con questo articolo vi informo che ho un nuovo mezzo. Si tratta di un camper dove io e mia moglie da questa estate viviamo.

Purtroppo per motivi di costi, ma sopratutto perchè non veniva usato, il Vecio l’ho dovuto rottamare. Sono stati 3 anni intensi di avventure, conoscenze di luoghi e persone che non dimenticherò mai.

In ogni caso, in suo onore, il blog e tutto il resto resterà sempre con il nome il Vecio vanlife. Un salutone a tutti. Max

https://www.youtube.com/edit?o=U&video_id=C8Omqk2UCOg&ar=1575652011030

Che soddisfazione! I miei disegni

Ciao muli! Oggi vorrei condividere con voi una nuova piccola esperienza. Sapete già che disegnare è la mia passione. Già un mio disegno è diventato l’insegna di una pizzeria di amici in Portogallo.

Adesso invece è diventato la copertina di un libro.

Si, del libro di un carissimo amico; Cristiano Gianmaria Fabris: ‘Perche’ vivo in camper. Viaggi ed esperienze di un fulltimer’. Ha presentato il suo libro al Salone del camper di Parma qualche giorno fa. Naturalmente mi è stata data una copia con dedica. Il libro parla della vita che Cristiano conduce in camper da 5 anni in giro per l’Italia e l’Europa. In pratica, lavorare viaggiando. Ho iniziato a leggerlo e appena lo finisco vi darò le mie impressioni. Per ora è molto interessante.

Se volete un disegno personalizzato contattatemi pure al mio indirizzo mail:

max@ilveciovanlife.com

Se vi è piaciuta la copertina del libro potete trovare i miei disegni anche su Teeser :

https://teeser.it/teesigner/ilveciovanlife

Sono reperibile anche su:

Canale: YouTube www.youtube.com/ilveciovanlife

Facebook: ilveciovanlife

Instagram: ilveciovanlife