Un ponte di 200 anni le unisce: Sarnico (BG) e Paratico (BS)

Ciao muli! Con questo articolo vogliamo raccontarvi di due località che abbiamo visitato: Sarnico e Paratico. Confinanti tra loro ma di due provincie diverse: la prima in provincia di Bergamo e la seconda di Brescia.

Come detto nel precedente articolo stiamo percorrendo il lago di Iseo e che dopo Parzanica ci saremmo diretti a Sarnico prevalentemente per fare camper service. Sull’app Park4night è segnalata un’area di carico/scarico poco fuori paese e lì ci siamo diretti. Precisamente si trova sulla SP ex Strada Statale 469 fronte supermercato Italmark. E’ un parcheggio a pagamento con sbarra di altezza, ma dal 01/09 al 19/04 è gratuito e la sbarra è alzata. All’ingresso del parcheggio troviamo l’area camper service. Abbiamo però potuto solo scaricare le grigie e le nere perché la fontanella dell’acqua era chiusa e oltretutto non aveva un attacco classico. Le foto vi faranno capire meglio.

Ci siamo però parcheggiati a bordo lago. Spettacolare la vista! La nottata è stata tranquilla. Si sentivano leggermente le auto passare sulla strada,le paperelle e le note delle onde del lago.

Il 04/03 ci siamo svegliati col sole, finalmente, e un panorama da favola. Dopo aver svolto qualche faccenda siamo andati a scoprire la città. Sarnico è situata sulla sponda occidentale del lago di Iseo, nel punto dove quest’ultimo confluisce nel fiume Oglio. Dal parcheggio si prende la pista ciclabile e si arriva al lungolago in 10 minuti a piedi. Il lungolago è molto bello, curato e pulito. Il paesaggio che il lago dona a questo paese è meraviglioso, suggestivo ed emozionante. Da Sarnico partono anche motonavi per effettuare gite verso altre località del lago.

Passeggiando possiamo notare degli arredi urbani composti da sedute in metallo bianco sulle quali è possibile sedersi, dondolarsi, e ammirare lo spettacolo della natura, create da un designer milanese.

Tutta la passeggiata è stata dedicata al grandissimo ingegnere Carlo Riva, patron della società di costruzione di famosi motoscafi di lusso che porta il suo cognome.

Ci siamo bevuti il solito caffè al bar e ci siamo addentrati nel centro storico. Bellissimi gli scorci sul lago che si vedevano tra le vie. Si possono naturalmente ammirare le vetrine dei negozi e alcune abitazioni costruite in pietra. Situata in una piazza ben curata c’è la Parrocchia di S. Martino Vescovo: antica chiesa parrocchiale risalente al medioevo con un bellissimo campanile sul lato destro, costruito intorno al 1500.

Ad un certo punto si arriva al ponte che porta a Paratico, sulla sponda opposta. Per pochi metri si entra nella provincia di Brescia. Paratico è un piccolo comune che fa parte della zona collinare Franciacorta. Le sue origini sono molto antiche. Si pensa risalgano al 2000 a.C in quanto ci sono resti di insediamenti parafitticoli in riva al lago. Il paese quindi è situato su una collina e le strade sono in salita. Lungo la strada per andare all’unico monumento degno di nota, abbiamo visto due statue dedicate a Fabrizio De Andrè con affianco delle targhe con scritte frasi delle sue canzoni. Belle, molto particolari.

Come dicevo prima, l’unico monumento storico presente è la chiesa parrocchiale dedicata a S. Maria Assunta risalente al XV secolo. Dal sagrato di questa chiesa si può ammirare un panorama spettacolare! Si vede tutta Sarnico e i paesi sulle montagne. Fantastico!

All’improvviso, tornando indietro, abbiamo visto su un muro degli affreschi con illustrati alcuni passi della Divina Commedia di Dante. In internet non abbiamo trovato nulla a riguardo. In ogni caso sono quattro. Molto particolari.

E la giornata è passata ad ammirare questi due paesi con le loro particolarità e i loro splendidi panorami. Tra qualche settimana pubblicheremo il video sul nostro canale YouTube. Avremmo voluto rimanere almeno altri due giorni a Sarnico dato l’ottimo parcheggio e la vicinanza ad esso del centro città, ma avevamo assolutamente bisogno di acqua per il camper e per cui abbiamo dovuto spostarci in un’altra città fornita di area sosta e camper service, di cui vi parleremo nel prossimo articolo.

Come sempre vi ricordiamo, se vi va, di seguirci su Facebook e Instagram. Alla prossima destinazione! Ciao a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *