Area di Cullera

      1 commento su Area di Cullera

Ciao a tutti, ecco un nuovo post sulle aree che ho sostato in Spagna quest’anno, oggi parliamo del area di sosta a Cullera una città a sud di Valencia (una quarantina di km circa), anzi a dire il vero non si tratta di un area vera e propria , ma di un grandissimo piazzale sterrato che si trova alla fine del bellissimo lungo mare, ogni anno si riempie sempre di più grazie al tam tam della rete, quest’ anno pensate qualche giorno prima del mio arrivo si contavano più di 200 mezzi, praticamente un piccolo paese.

Anche qui si trovavano mezzi di tutti i tipi e tasche, ma il massimo e stato vedere un tedesco che viveva dentro la sua Smart con tanto di rimorchio appresso, che dirvi: fantastico, cosa non si fa pur di vivere questo stile di vita, peccato solo che il personaggio non era proprio sociale, in quanto ben due volte gli ho fatto un cenno con la testa in segno di saluto e lui niente, sarebbe stato bello sapere la sua storia e di questa scelta.

Grazie al clima mite in quest’area si riempie di tanti Fulltimers, ma purtroppo quest’anno in qualche giornata un po di fresco c’è stato, e in ogni modo clima a parte, la città pur essendo pensata per il turismo estivo anche se in fuori stagione e ben attrezzata per tutto quello che può servire a noi viaggiatori on the road , pensate che addirittura per tre volte alla settimana nell’ area passano con un camioncino per il cambio delle bombole a gas.

Consegna a domicilio bombole a gas

Fantastici questi spagnoli si sono organizzati veramente bene, pensate che addirittura lo scorso anno arrivavano anche per la frutta e il pane, invece quest’anno sinceramente non li ho visti in quanto mi sono fermato solo per un giorno e mezzo ed ero sempre a zonzo, in ogni caso se non lo fanno più con una camminata di dieci minuti circa si ha tutto a portata di mano: supermercati, lavanderia, ristoranti, e per il WI-FI invece?
Bè per quello bisogna andare qualche centinaio di metri sul lungo mare dove si trova un fast food, magari fate come me,andavo lì, mi mangiavo un gelato al costo 1,79 EU e me ne stavo dentro al caldo navigando giusto il tempo dei saluti e a rispondere alle domande che arrivavano tramite i miei Social, non male per quel costo, oppure potete andare in altri locali della città chiedendo la password o alla biblioteca in centro, come facevo lo scorso anno assieme agli amici di Ormesulmondo senza spendere un centesimo, purtroppo non ricordo l indirizzo magari chiedetelo direttamente a loro oppure alla gente del posto. Ma torniamo a parlare dell’area che pur essendo così affollata ,l’ amministrazione comunale non ha pensato a noi con un impianto di carico e scarico delle acque, e quindi ?
E’ quindi bisogna farsi un km circa per una fontanella vicino alla rotonda dalla parte opposta del fiume in Carretera Nazaret-Oliva , dove riempire le proprie taniche, oppure andare nei vari market dove vendono i boccioni da 5 Lt a partire dai 60 cent circa in su.
Invece per quanto riguarda lo scarico si può combinare così: ho visto che ci sta un tombino con il segnale dei Fulltimers, una fascetta o spago attaccato, chi ne ha bisogno va li e lo apre scaricando le proprie acque, non so se la cosa sia molto regolare perché ho visto gente farlo solamente con le taniche e non con i propri mezzi, quindi per non dare troppo nel occhio consiglio di fare così anche voi per non incorrere in possibili sanzioni.
Comunque anche se non ci sono servizi e alla notte si è al buio in questa area si sta da diooo, pace e tranquillità , in fondo è questo che cerchiamo nei nostri viaggi , un lungomare molto ben curato pur essendo in fuori stagione dove fare delle bellissime passeggiate o foto, oppure stare solamente oziare vicino al proprio mezzo accarezzati dal sole e al clima mite, ma come vi dicevo prima quest’ anno un pò di fresco c’è stato, peccato ma alla natura non si comanda, in ogni caso è sempre più caldo che in Italia.

Per quanto riguarda il livello di sicurezza è buono, non ho notato niente di cui preoccuparsi, persino di notte quando si è totalmente al buio, il territorio è molto ben sorvegliato dalle forze dell’ordine infatti più volte della giornata li ho visti passare.
Come dicevo è già il secondo anno che mi fermo in questa area senza nessun tipo di problema, ma da voci che mi sono arrivate dicono che concedono tutta questa libertà solamente perché il campeggio che è in zona nel periodo di dicembre fino metà gennaio è chiuso, mi auguro che non sia così perché secondo me una buona parte di introiti Cullera ne perderebbe, anche noi abbiamo bisogno di servizi o di fare solo la spesa a contrario di chi pensa che chi ha un camper o un mezzo attrezzato non spende nulla nel luogo dove si ferma, io solo per farvi un esempio in un giorno e mezzo che mi sono fermato, quasi 100 EU se ne sono usciti per la spesa, lavanderia e il pieno di gasolio, pensate a tutti i camper che ci sono nel piazzale e a quanti soldi portano alla comunità, ma questa cosa è come in Italia: qualcuno non la vuole capire.

Il Vecio

In ogni caso campeggio o no le cose purtroppo quest’anno sono cambiate e molto probabilmente cambieranno in futuro ,perché ho trovato delle lamiere che delimitavano parti dell’area, forse nei prossimi mesi apriranno un cantiere e purtroppo anche questo pezzo di terra per la sosta libera sparirà, speriamo proprio di no, in quanto il posto secondo me ne vale veramente la pena per passare qualche giorno o settimana in relax alla scoperta del territorio e i suoi abitanti.

Penso di avervi detto tutto anche per questo post, vi mando un saluto e a presto
Max e il Vecio.

Area Cullera
In fondo alla Avinguda d’Enrique Chulio
Coordinate
39°09’26.66”N – 00°14’35.09”W

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *