Il mio mezzo alla scoperta delle città

Ciao a tutti quest’oggi vi parlerò di uno strumento che ultimamente uso molto nei miei spostamenti alla scoperta delle città, anche se a dire il vero l‘ inizio mi vergognavo un pò,visto i miei 40 anni suonati, ma girando per alcuni paesi europei notavo che veniva usato da persone di tutte le età e non considerato un giocattolo per bambini .
Accidenti ma non vi ho detto di cosa si tratta, 🙂 🙂 🙂 che testa ho 🙂 🙂 🙂 oggi vi parlerò del mio monopattino.

img_0936

Premetto che a me piace molto camminare ed il monopattino è un valido strumento da affiancare a questa attività, poi considerate che è: economico, leggero e che occupa poco spazio, quindi trasportabile, ecologico e cosa non da poco ti tiene in forma.
Ovviamente dovevo trovare un modello che poteva tranquillamente portare dietro il mio peso, che all’ epoca dell’ acquisto ero ben oltre i 90 kg , quindi doveva essere bello robusto, ma nello stesso momento leggero per la sua trasportabilità e sopratutto non dovevo sborsare tanto per l’ acquisto, cosa molto importante per me come penso per molti di voi che devono far quadrare i propri conti.
Alla fine, quello che cercavo a poco prezzo l ho trovato presso un grande magazzino famoso di articoli sportivi.
Esposti c’erano vari modelli, per lo più per i bambini ma c’erano anche i modelli per gli adulti, quindi ho puntato subito sul top della loro gamma trovando quello che poteva fare al caso mio.
Un telaio in alluminio quindi leggero, ma nello stesso momento robusto in quanto ha una portata di 110 kg, gomme maggiorate rispetto ad altri modelli e sopratutto cosa importantissima , il suo confort nella guida, perché è dotato di un ammortizzatore posteriore ed anteriore per attenuare i colpi provocati dalle strade non proprio perfette che si possano incontrare.
Ma veniamo alla cosa più importante per questo mezzo di trasporto il suo costo d’ acquisto: poco più di un centinaio di euro: fantastico no?

blog-monopattino

Appena scartato dalla confezione ho voluto provarlo immediatamente sfruttando una comoda pista ciclabile, devo dirvi che i primi metri ero un pò impacciato nei movimenti in quanto non ero abituato a tenere l ‘equilibrio per questo tipo di mezzo, ma una volta imparato praticamente dopo qualche metro si viaggia tranquillamente, non so quanti km ho già macinato con lui in questi 2 anni e mezzo, ma so solo che in Spagna in una giornata ho macinato quasi 30 km tra andata e ritorno partendo da Rubicon della Victoria seguendo una pista ciclabile alla scoperta di Malaga.

cullera-max-monopattino

Sinceramente avrei potuto optare per una comune bicicletta per questi miei spostamenti cittadini solo che avrei speso un pò di soldini in più per l acquisto della stessa, poi avrei dovuto installare sul Vecio un porta bici ed anche qui apriti cielo, ho visto dei prezzi assurdi nei vari cataloghi di produttori che mi sono capitati per le mani,quindi ho rinunciato in partenza.
Eventualmente potrei optare per metterla dentro nel Vecio, ma non ho lo spazio sufficiente, in teoria poterebbe starci tra la panca e il mobile multiuso, la mia pigrizia vince su tutto, si amici,perché quando spengo il motore e voglio entrare subito dentro per potermi godere la mia casa su ruote,sinceramente non mi va di iniziare a sbaraccare tutto per farmi spazio.
Poi un altra cosa della bicicletta che non mi andava è il fatto che magari lasciandola in giro mentre visito o sono a mangiare potrebbe essere oggetto di furto cosa che ultimamente leggendo le cronache succede spesso, sarebbe una seccatura non da poco che ne dite?
Quindi ritornando al discorso del monopattino quando lo uso, tanto per incominciare mi faccio una bella camminata di 10 minuti circa per poter scaldare i muscoli, i crampi o strappi muscolari sono sempre dietro l’angolo, come per una qualsiasi attività fisica e il monopattino non e lo è da meno,una volta ho provato a partire da subito in quarta e trac uno strappo muscolare mi ha dato fastidio per un bel pò costringendomi ad non usarlo.
Come dicevo, dopo qualche minuto di questa camminata e mi sento che sono pronto lo apro e in pochi secondi posso mettermi macinare metri e km a seconda dalla destinazione.
Di tecnica su come portarlo ognuno ha la sua, di solito ho visto che tanti usano solo una gamba per spingersi, ci ho provato anche io ma non mi trovavo e mi stancavo , allora ho iniziato ad usare entrambe,prima una, poi l‘appoggio e faccio scendere l’altra per spingermi trovando un mio modo per andare avanti ,oltre a non stancarmi del tutto si rinforzano così tutte e due, assieme alle braccia e il mio corpo mi ringrazia per questa nuova attività fisica, pensate che in rete ho trovato che questo è uno sport vero proprio e non un gioco, ci sono anche dei campionati di velocità, quindi se volete provarlo con pochi soldi lo potete fare magari abbinandolo ad una alimentazione corretta e così sarete in forma, per quanto mi riguarda mi limito ad usarlo come mezzo di trasporto.
E’ fantastico viaggiare con lui, le ruote girano e mangiano la strada, i movimenti del corpo sono tutto uno con lui, senti l aria che ti arriva in faccia , poi immaginate con una bella giornata di sole vieni scaldato da suoi raggi e ti lasci andare ad ammirare tutto quello che ti sta attorno, per la velocità la posso decidere come me la sento, posso correre ho andare piano dipende tutto dalle mie gambe, in ogni caso si procede più veloce che a piedi, poi a rallentare la corsa basta portare il piede sul parafango posteriore, spingere in basso e lui fà anche da freno, semplice no? come bere un bicchier d’ acqua.
Una volta arrivato nel posto oppure perché voglio continuare a piedi basta chiuderlo e con la sua comoda cinghia a tracolla lo posso trasportare con comodità e se devo entrare in qualche locale per mangiare nessun problema, basta metterlo sotto il tavolo e il gioco è fatto, così ritorno al discorso che facevo prima riguardo ai furti,lui e sempre con me, che ne pensate comodo no?

Poi che dire per chiudere questo post la sua manutenzione è praticamente nulla , in questi due anni e mezzo circa ne ho fatto di strada prendendo anche delle buche,sassi ma non mi sembra che abbia subito danni o problemi , le ruote girano bene senza nessun tipo di rumore, le gomme non sono consumate, gli ammortizzatori lavorano ancora bene e sopratutto il suo telaio è perfettamente integro solo con qualche graffio.
Un attimo fà ho parlato anche di buche, mi raccomando fate molta attenzione se decidete di prendere un monopattino, trovandone una e andandoci dentro può capitarvi che la ruota anteriore si possa impuntare con il risultato di farvi volare in avanti e il monopattino restare fermo , ve lo dico in quanto mi è capitato 2 volte di cui una ci ho fatto un bel volo, lasciandomi a terra per qualche secondo a capire cosa fosse successo e per il dolore al fianco,ma in quel caso stavo correndo un pò troppo, bé con questo è tutto vi saluto e arrivederci al prossimo post
ciao ciao Max & il Vecio .

I primi mesi assieme il Vecio

Ciao a tutti,ci sono di nuovo con un nuovo post, questa volta voglio parlarvi dei primi mesi anche se non ha tempo pieno di vita nel Vecio , si perché mi alterno tra lui e gli hotel passando per casa solo per poche notti al mese.
Che dirvi , intanto per cominciare ho raggiunto un obbiettivo che inseguivo da anni, il fatto di avere sempre la mia casa con me sia quando sono in trasferta per la mia attività e non.
Tante persone in questi mesi mi hanno detto che ho coraggio, che non l ho farebbe mai, ed io con un piccolo sorriso gli dico: che non vedo nessun problema a vivere dentro un van ho trovato solo dei vantaggi ed una mia serenità interiore, penso anche, che per questo tipo di vita si ha ho non si ha nell’ DNA,
Anche a me come a tutti piace le comodità , infatti ho anche un appartamento che vivo al massimo per otto notti al mese, purtroppo per motivi di residenza devo tenerlo ,anche qua si mantiene un sistema, che sinceramente non mi piace, ed ogni volta che lo uso e fatte le faccende che devo fare, vedi lavatrici ecc mi butto sul divano e mi spengo, credetemi una casa vissuta da solo porta malinconia, invece quando sono dentro il Vecio mi sento come rinato, vivo ,felice e soprattutto soddisfatto di aver iniziato questo cammino del Fultimers e tutta la stanchezza dei giorni passati al lavoro spariscono in un istante.
Non vorrei essere ripetitivo ma non vedo delle scomodità oppure delle negatività a vivere questo, infatti vi voglio raccontare quali sono i miei pro e contro iniziando da come è iniziata qualche anno prima grazie alla rete, ricercando notizie di varie persone che già lo fanno, per poi incominciare con la mitica panda fino ad arrivare al Vecio, come riferimento ho usato e uso le notizie e perché no sognare dai vari blog o video sul you tube ma quelli di riferimento che uso sono:
www.ormesulmondo.com
www.westfaliadigitalnomads.com
www.nomadidigitali.it
dopo avervi detto questo, veniamo a noi con i vantaggi che ho riscontrato.
Intanto per iniziare grazie alla mia professione di tecnico nel campo dei video ho la possibilità di viaggiare molto per l’ Italia e l’ Europa, vivendo molti notti al mese fuori ,quindi la vita del Fulltimers ci cade proprio a fagiolo come si usa dire, pensate arrivare sul posto del lavoro con la vostra casa a seguito, senza la preoccupazione di prenotare un hotel (anche se prima di partire arriva sempre la mail che mi dice dove dormire ) oppure come può capitare a volte il fatto di condividere la camera con un collega, cosa che odio di più al mondo in quanto anche se collaboro con persone in gamba, alla sera ho bisogno di staccare con tutti per dedicare tempo alle mie attività quali ricerche, lavorare ai video ed un pò di più a questo blog che sinceramente ancora non sono molto propenso ad usare, ma piano piano mi appassionerò anche a questo postando un pò più spesso.
Per trovare il posto dove dormire non mi pongo nessun problema, anche perché il Vecio è un furgone a tutti gli effetti e quindi grazie alle sue piccole dimensioni e la sua discretezza lo parcheggio ovunque, pensate che delle notti le ho passate dentro il parcheggio del hotel dove erano tutti i miei colleghi visto che non c’ era una singola per me senza che nessuno lo sapeva che ero li dentro, fantastico.
Un altro fatto che ho trovato positivo e che non devo correre per raggiungere le varie città, prima ero vincolato dai orari dei mezzi a noleggio, treni, aerei ora invece decido tutto io, l’ importante che sono in orario per l’ appuntamento concordato e già così sembra di essere in un viaggio di relax ammirando tutto quello che ho attorno grazie alle basse velocità del Vecio, poi dove trovo un posto che mi piace per la notte mi fermo e il gioco é fatto avendo tutto pronto, non serve scaricare bagagli , fare check in, il tempo di cambiarmi e sono nel mio bel letto e ripeto mio e non dove hanno dormito tante persone senza considerare il wc.

vecio

DCIM100MEDIADJI_0010.JPG
DCIM100MEDIADJI_0010.JPG

Quindi una volta raggiunta la location dove sarò impegnato il Vecio lo uso come vettura oppure è nel parcheggio del hotel nel caso abbia la mia camera ad uso singola , sennò mi cerco un posto e ci vado a dormire.
Poi quando non necessità più la mia presenza, ho la possibilità di decidere se rientrare subito oppure fermarmi per visitare la città che mi aveva ospitato, che dire fantastico no? unire l‘ utile al dilettevole.
Una volta trovato il posto dove passare la notte inizia la mia vita da Fulltimers, dentro il Vecio non mi manca nulla ho tutto di quello che ho bisogno anche in uno spazio così ridotto, posso fare tutto, dallo svagarmi che mettermi al lavoro, ma se ho la possibilità di stare fuori grazie ad una bella giornata di sole lo preferisco e, vi garantisco che lavorare con il mio portatile o tablet nella preparazione del prossimo lavoro oppure ad qualche video è fantasticoooo , sentire l aria che mi avvolge , il sole che mi scalda e se ho la fortuna di stare ha pochi metri dal mare è una goduria pazzesca , anche la resa vi garantisco è ottima e le idee vengono fuori con molta facilità piuttosto che stare chiuso in casa o in ufficio.
Fortunatamente anche internet mi dà una grossa mano per le scambio di e-mail ho il trasferimento di file che mi servono,pensate solo a quanti soldi di affitto per ufficio risparmiati sono grazie ad un vecchio o nuovo van/camper: sono tutti soldi risparmiati per metterci il gasolio e continuare a viaggiare .

lavoro

Un altro vantaggio di non poco conto che ho riscontrato è che dopo aver finito con le mie attività posso dedicarmi al mio fisico, cosa che per quelle poche volte che sono a casa oppure in un hotel non ho la forza e sopratutto la voglia di fare vedi per esempio una semplice corsa oppure una bella passeggiata .
In passato avevo provato anche iscrivermi in una palestra ma è durato veramente poco, preferisco stare fuori all’ aria aperta sentendo profumi , ammirando i colori della natura nelle varie stagioni , poi usando la fantasia mi invento qualche esercizio tipo usando una duna di sabbia per dei salti o tipo step.
Finite anche queste attività, oppure quelle delle riprese video dei posti, arriva il momento del pranzo o della cena a seconda dei casi, anche in questo caso ovviamente nella bella stagione si mangia fuori spostando la panca che uso abitualmente che diventa un tavolino ed assieme ad un piccolo sgabello il gioco è fatto , poi considerate anche il fatto che in questa situazione si ha la possibilità di fare nuove conoscenze, invece di starsene chiusi dentro in una casa oppure dentro il camper che in tutti e due i casi si è davanti una televisione

pranzo

Cmq ho tutto a portata di mano per cucinare, basta solo un pò di fantasia oppure seguire cosa vuole il mio fisico, si passa dalla classica pastasciutta ad un big panino con affettato e del formaggio fino a farmi un bel pesce e cosa incredibile e che riesco a fare tutto con una sola fiamma a differenza di casa che ne ho sempre due accese.
Però ora che ci penso la casa ti invita a spendere, in quanto avendo a disposizione tante cose si usano tutte , questo vuol dire spendere più soldi in bolletta e consumo d’acqua per poi lavare tutto quello che si e usato , piatti pentole posate a differenza del Vecio, dove uso uno al massimo due pezzi ,anche questo è un a vantaggio che ho riscontrato ed il mio portafoglio sorride di questo.
Bene più o meno questi sono i vantaggi che ho scoperto in questi mesi di vita assieme al Vecio ma sicuramente in futuro ne arriveranno di altri, bè un elenco di quanto scritto fino ad ora non guasta:
– decisione della partenza per ogni mia uscita di lavoro e non con gran calma quindi meno stress
parcheggiare ovunque che sia un parcheggio , un area camper senza dare nel occhio e fastidio grazie alle ridotte misure.
lavorare grazie al mio portatile sempre con un panorama diverso
quello di fare attività fisica
nuove conoscenze con persone da varie parte d’ europa
comperare prodotti del luogo per i miei pasti aiutando così l’ economia locale
il fatto di godere dei tramonti fantastici e diversi ogni volta e ringraziare il cielo per essere uno fortunato che ho scelto questo stile di vita.

Bene tutto bello fino ad ora ,ma passiamo al lati negativi, che secondo me non li vedo proprio tali, ma a volte sento persone che fanno commenti a riguardo del tipo , ah io se non ho questo non faccio , io non mi fido, la gente ti considera uno zingaro ed altre stupidaggini del genere.
eccole elencate queste cose negative ah ah ah

il Lavarsi:
ebbene si il Vecio non ha una doccia vera e propria e visto che viviamo in una società e dobbiamo convivere tutti assieme l igiene è una cosa importantissima, ed io non la trascuro per niente,magari mi lascio crescere la barba ma per il resto mi lavo grazie ad una doccia elettrica esterna con un serbatoio da 10 litri che mi dà la possibilità di farne almeno tre.
Ovviamente non è come a casa propria dove hai la tua bella acqua calda e si sta il più possibile sotto,per goderne dei benefici che ti dà ma qua è un toccata e fuga del tipo:
Si apre l’ acqua e ci si bagna ,poi si chiude l acqua per insaponarsi con prodotti a basso impatto ambientale e poi ci si risciacqua velocemente e la doccia è fatta.
Ovviamente con il caldo è tutto più facile, anzi addirittura ne ho un altra di doccia con un sacchetto nero che grazie al sole mi scalda l acqua, invece con la stagione fredda sarà un problema ,ma ho già pensato al piano B, farò come i nostri vecchi un piccolo secchio una spugna e via aiutandomi anche con delle salviette umidificate che si usano per i bambini piccoli, oppure mi appoggerò a qualche struttura tipo una piscina o palestra vedremo.
Cmq nei scorsi giorni ho già provato a farla con temperatura attorno hai 10 gradi, ammetto che il mio cuore quando scendeva l acqua fredda per l’impatto aveva iniziato a correre come un treno, ma poi stavo veramente da dioooooo sembrava di essere come in sauna.

la-docciadoccia

Altri aspetti sinceramente non ne vedo negativi anche perché trovo sempre una soluzione a tutto per vivere questo tipo di vita, forse di negativo qualcosa c’è come mi dice qualcuno : Max ma tu tutto questo lo fai dai solo, non ti senti a disagio e non condividere con una persona a fianco?
Ammetto che ha volte ci penso che sarebbe bello condividere tutto questo, ma fino ad ora non ho trovato (anche se sinceramente non ne cerco) una compatibile con me e, le poche volte che mi sono lasciato andare ho dovuto scendere hai dei compromessi che per un pò ho accettato, tipo una vita più tranquilla ma alla fine veniva sempre fuori il nomade che ho dentro creandomi disagio.
Ed in ogni caso non mi sento mai solo, ho i social, incontro sempre persone nuove,poi tutto questo mi rende felice e sereno e se un giorno nel mio viaggiare troverò una compagna disposta a sopportarmi e vivere tutto questo ben venga, ma come dicevo poco fà non cerco.
Bene amici sono alla fine di questo post che dirvi io ho trovato solo cose positive per questo tipo di vita e ringrazio il cielo ogni giorno per aver intrapreso questo mio cammino personale per un raggiungimento della mia felicità e serenità con la voglia di scoprire sempre posti nuovi, quindi io ve lo consiglio o almeno ha provare questo stile di vita chiamato Fulltimers
un saluto a tutti al prossimo post
Max & il Vecio